Bilancio Sociale 2014

VIVES Bilancio Sociale 2014logo vives


Corso di Formazione: Le terapie non farmacologiche

Doll-Therapy-un-aiuto-alla-persona-con-demenza-680x36524 settembre 2015 – Villa Manin di Passariano (Sala Congressi)

Link Locandina Corso 24.09.2015 corso asp moro

Il Corso fornisce ai partecipanti gli strumenti tecnico-pratici necessari ad una corretta somministrazione delle TNF, con particolare riguardo ai problemi comportamentali correlati alla demenza

Formatore: Dott. IVO CILESI Pedagogista, psicopedagogista, musicoterapeuta clinico. Ideatore della terapia della bambola e del modello terapeutico di riferimento

Destinatari: Medici, Psicologi, Educatori, OSS, Infermieri, FKT, Animatori, familiari  e caregivers

Corso Accreditato ECM (8 crediti)

Quota di Partecipazione: € 50

Segreteria Organizzativa: Enaip Provider ECM n. 589

Sig.ra Toppano Alessandra

E-mail: [email protected]

tel. 0434-586411


I fatti di Roma: il punto di vista del Presidente di Codess FVG

Franco FullinChe il problema della corruzione in Italia fosse uno dei problemi più rilevanti e che questo assieme all’evasione fiscale e alle mafie rappresentasse il vero ostacolo allo sviluppo del Paese era cosa nota. L’ultimo rapporto di Transparency International che indica il grado di corruzione percepita nel mondo, colloca il nostro Paese al 69° posto fanalino di coda dei paesi del G7 e ultimo tra i membri dell’Unione Europea, sorpassata, solo per citarne alcuni, da Sud Africa, Kuwait, Arabia Saudita e Turchia e moltissimi altri. In Italia sembra che la corruzione sia così diffusa e sistemica che non è possibile rimanere nel mercato senza adeguarvisi, subendola o sposandola con entusiasmo. Le recenti vicende di inchieste giudiziarie a Milano (Expo 2015) e Venezia (Mose) avevano già confermato che la cooperazione non è indenne da tale sistema


Consorzio Vives: Bilancio 2013

 

franco fullinVIVES PARTE BENE: NUOVI SERVIZI ASSISTENZIALI E NUOVA OCCUPAZIONE
Bilancio positivo per il Consorzio che già nel primo anno raggiunge gli obiettivi triennali
Primo bilancio positivo per l’assemblea dei soci del Consorzio Vives di Udine, nato un anno fa dalle associate Codess FVG Udine, 2001 Agenzia sociale Trieste e FAI Pordenone, tre importanti e storiche cooperative sociali del Friuli Venezia Giulia. In meno di un anno dalla costituzione Vives si è già affermato sul territorio regionale nell’ambito dei servizi socio-sanitari ed educativi. Il Consorzio già nel 2014 raggiungerà gli obiettivi dimensionali previsti dalla Società nel triennio 2013-2015. Vives alla fine dello scorso anno ha acquisito una delle più ambite commesse regionali: la gestione dei servizi assistenziali integrati presso l’ASP Moro di Codroipo.


Delegazione Vives presente al convegno europeo REVES

convegnoreves_4628Si è svolta nella cornice di Darfo Boario Terme l’assemblea annuale della rete europea REVES. Dal 12 al 15 giugno i membri della rete hanno potuto confrontarsi sulle sfide sostenibili della coesione sociale. I territori, gli attori ed i loro partenariati sono pronti a reagire e ad accettare la sfida del tessuto sociale, del benessere diffuso e della qualità della vita? I valori dell’economia sociale e solidale hanno un ruolo da giocare? E soprattutto, l’Europa, con le recenti iniziative in materia d’impresa sociale ed economia sociale, ha attivato vere misure per rispondere ai bisogni dei cittadini e delle comunità locali?


ASP MORO: IL CONSORZIO VIVES SI AGGIUDICA IL SISTEMA DEI SERVIZI D’AMBITO

Il primo gennaio 2014 il Consorzio Vives ha avviato la gestione del sistema dei servizi che fanno capo all’ASP “Daniele Moro” di Codroipo, Ente Gestore dell’Ambito Distrettuale 4.4.

SI tratta per il CONSORZIO VIVES, promosso da Codess FVG, Duemilauno Agenzia Sociale e FAI tre importanti cooperative sociali del Friuli Venezia Giulia, del primo importante banco di prova.

La nuova aggregazione, forte di una più che ventennale esperienza di gestione di servizi alla persona in ambito sociale, educativo, sanitario a favore di anziani, minori, prima infanzia, disabili, persone con disagio psichico, in tutto il territorio regionale e nel Veneto orientale, diviene così oggi uno dei più autorevoli competitor del sistema di Welfare regionale.

L’ASP Moro rappresenta un unicum in regione come soggetto gestore di una molteplicità di servizi su un ampio territorio costituito da 11 comuni del comprensorio codroipese: Casa di riposo, Servizio Educativo Territoriale, Servizio di Assistenza Domiciliare, Centro diurno anziani, trasporti sociali e tutte le attività di manutenzione, guardania, pulizia che un complesso sistema strutture  e prestazioni sociali comporta.

Bandita nell’autunno scorso la gara ha segnato un passaggio: un ritorno alla Cooperazione Sociale regionale di uno delle più importanti e complesse gare del territorio regionale. La somma dei servizi in appalto  infatti ha un fatturato annuo complessivo di oltre tre milioni e settecentomila euro e, grazie ad un importante accordo sindacale stipulato nel passaggio dal precedente gestore, il Consorzio VIVES ha salvaguardato oltre 130 posti di lavoro fra cui molti Educatori, Operatori Socio Sanitari e Assistenti domiciliari.

I cittadini dell’Ambito potranno così continuare a fruire della qualità delle prestazioni sociali che fino ad oggi hanno servito oltre 90 ragazzi nei servizi educativi (S.E.T.), 270 fra anziani e disabili di assistenza domiciliare (S.A.D.) e 130 ospiti presso la Casa di Riposo di Codroipo.  Sono numeri  che danno la dimensione di un insieme di persone, operatori, responsabili, coordinatori, manutentori ed anche cittadini, rappresentanti istituzionali e non che saranno chiamati a lavorare per il mantenimento e la crescita di questa importante realtà regionale.


FAI il primo Nido Diffuso

Silvia Genovese

La Rete per l’innovazione nel sociale e la cooperativa FAI aprono i primi due Nidi domiciliari a Pordenone: Il Piccolo Principe di Silvia Genovese e il nido domiciliare di Karl&Ellie di Alessia Anese. Le due case collocate nel quartiere di Villanova accoglieranno piccoli gruppi di bambini, al massimo cinque per casa, offrendo qualità e flessibilità.

FAI è promotrice della Rete per l’innovazione nel sociale, la prima Rete di Impresa sociale del Friuli – Venezia Giulia che associa, in un progetto comune, tre imprese cooperative, Codess FVG Duemilauno Agenzia Sociale e FAI e che sviluppa approcci nuovi e sostenibili in aree di lavoro privilegiate: il miglioramAlessia Aneseento della qualità della vita dei cittadini, la prevenzione precoce di dinamiche sociali devianti, la qualità dell’intervento personalizzato, il welfare aziendale, le politiche familiari e di conciliazione, l’housing sociale, un rinnovato interesse ai minori infine l’attenzione per il welfare di comunità.
Il Nido Diffuso è un progetto innovativo fortemente voluto da Rete per l’innovazione nel sociale e FAI nato con lo scopo di coniugare esperienza, competenza e innovazione, introducendo nel sistema integrato dei servizi prima infanzia un modello di lavoro flessibile, territoriale e cooperativo.
La Rete per l’Innovazione nel sociale e FAI hanno individuato e accompagnato le educatrici nel percorso di adesione al progetto e di preparazione e apertura del servizio.
Un iter particolarmente complesso seguito direttamente da Jessica Furlan, psicologa e referente del servizio Area Minori FAI che ha comportato diverse fasi organizzative: valutazione delle competenze, idoneità degli spazi, metodologie dell’approccio didattico ed educativo, supervisione e consulenza di tutti gli aspetti formali.
Si tratta di un nuovo modo, almeno per la nostra regione, di progettare servizi per la prima infanzia coinvolgendo le famiglie e la comunità, stimolando l’autoimprenditorialità ed allo stesso tempo garantendo competenza, sicurezza, cura ed attenzione.
La prima infanzia, dalla nascita ai tre anni, è un momento estremamente importante per la crescita; la casa è il nostro luogo più intimo, più accogliente e la famiglia la nostra struttura sociale naturale, proprio per questo il Piccolo Principe e la Casa di Karl&Ellie offrono un luogo e una situazione familiare dove i bambini potranno imparare a stare con gli altri, condividendo emozioni e regole; dove i diritti dei bambini, il valore del gioco e l’apprendimento sono le basi del Nido Diffuso.

Due servizi a misura di bambino, un’attenzione personalizzata in piccoli gruppi.

SILVIA GENOVESE
Psicologa madrelingua argentina, può offrire con la sua esperienza un primissimo approccio alla lingua spagnola attraverso il gioco. Il Piccolo Principe vuole essere un ambiente domestico accogliente e curato, situato non distante dal centro e adiacente ad un parco giochi per le uscite esterne.

ALESSIA ANESE
Architetto, si è formata come educatrice domiciliare frequentando il corso della Regione FVG, offre una cura particolare agli ambienti. Alessia mette a disposizione una casa immersa nella natura a poca distanza dal centro dove trascorrere le giornate all’aria aperta anche a contatto con piccoli animali domestici.


Page 2 of 212

Iscriviti alla mailing list Consorzio Vives

* = campo richiesto!

powered by MailChimp!