Consorzio Vives per il territorio

Vives è espressione dell’economia sociale del territorio del Friuli Venezia Giulia, rappresenta imprese nate e cresciute in una logica di sviluppo di comunità, dove il rapporto con il committente, le famiglie, i beneficiari dei servizi è fortemente caratterizzato dal legame territoriale. Vives è un Consorzio che garantisce le economie di scala di una grande impresa e al tempo stesso consente alle proprie imprese di non deformarsi e snaturarsi nel gigantismo delle multinazionali del settore socio-sanitario che, nell’ultimo decennio, hanno decisamente abbassato la media qualitativa dei servizi alla persona. La formula Vives, unica per le caratteristiche delle proprie consorziate, offre una gamma di servizi con standard qualitativi di primissimo livello. Vives è un progetto d’impresa che ha come primo obiettivo il qualificare la risposta nel mercato degli appalti, superando logiche aggregative commerciali a breve durata, curando in ogni dettaglio la proposta e la gestione dei servizi alla persona, assicurando in primis il benessere di coloro ai quali sono rivolti gli interventi e trasparenza, promozione e tutela dei diritti ai propri lavoratori.
In particolare nell’avvio delle nuova gestione di ASP Umberto I a Pordenone, il Consorzio si è fortemente impegnato ad assorbire gli esuberi della precedente gestione e a non lasciare a casa nessun lavoratore.

Il CONSORZIO VIVES nasce nel 2013 con l’obiettivo di qualificare l’offerta nell’ambito dei servizi socio-sanitari con particolare riferimento ai contratti con le pubbliche amministrazioni (Comuni, Aziende Sanitarie, ASP).

Vives è costituito da tre storiche cooperative sociali del Friuli Venezia Giulia: FAI Pordenone (1985), 2001 Agenzia Sociale Trieste (1999) e Codess FVG (2000). Tre Cooperative impegnate da sempre nei servizi dedicati all’infanzia, agli anziani, alla salute mentale, ai minori, alla disabilità e ai richiedenti protezione internazionale. Tre imprese sociali che operano su tutto il territorio delle 18 UTI (Unioni Territoriali Intercomunali) regionali: da Trieste a Pordenone, dalla Carnia alla Valli e Dolomiti Friulane, dall’Alto Isonzo al Medio Friuli, dalla Bassa Friulana al Livenza.